Albero di natale vero o finto?



Che albero comprare? Se siete qui significa che un minimo di dubbio lo avete se scegliere un albero di natale vero o finto noi vi aiuteremo a fare chiarezza.

Ogni anno ci poniamo la stessa domanda.. Vero o finto?
Noi portiamo avanti la tesi di prenderci cura di un albero vero durante le feste natalizie.

Acquistare un albero finto, significa importare un albero probabilmente non prodotto in Italia che dovrà fare tantissimi km per arrivare nelle nostre case e che tra qualche anno sarò un rifiuto molto difficile da riciclare per la sua composizione.

Acquistando un albero nelle vostre zone eviterete anche emissioni di gas di scarico aggiuntive.

Che tipo di albero di natale acquistare?

Ci sono diverse qualità tra cui poter scegliere. Sicuramente il fattore estetico è molto importante, è giusto però conoscere al tempo stesso alcune caratteristiche che potrebbero meglio indirizzarvi alla scelta.

Sempre meno si utilizzano pini o altri sempreverdi, solitamente si sceglie tra diverse varietà dell’abete.

L’abete per la sua simmetria e per il verde acceso che lo caratterizza è tra gli alberi più acquistati e tra le varietà più costose.

Gli aghi sono tendenzialmente più lunghi e spessi del peccio. Tra le varietà più profumate c’è quella del l’abete nobile.

 Abete Rosso Peccio- Picea abies

Abete Rosso (Peccio) – Picea abies

Il peccio o anche chiamato abete rosso ha chioma conica relativamente stretta. La corteccia è sottile e di colore rosso.

È l’albero di Natale più utilizzato che rappresenta la tradizione natalizia. È una varietà che soffre molto il caldo e perde velocemente gli aghi ed è di colore verde scuro.

Albero di natale vero come addobbarlo e curarlo

Innanzitutto valutate le giuste dimensioni dell’albero da acquistare per poterlo sistemare in casa al meglio.
Evitate di sistemarlo nei pressi di fonti di calore in primis ma nei pressi di una finestra per poter ricevere luce.

Il vaso deve essere abbastanza capiente per contenere l’albero e il terriccio in eccesso.
In questo mondo il buon terriccio in eccesso farà continuare il ciclo vegetativo della pianta.
Inoltre rispettate le tempistiche della pianta, cercate di non causare all’albero shock termici(pensate a che shock è sottoposto l’albero passando dalla temperatura di 0 gradi a quella della casa di 22 gradi) all’entrata e all’uscita dalla nostra casa, a tal proposito è importante conoscere a che temperatura fosse abituato prima dell’ingresso in casa e sarebbe opportuno avere un luogo di transizione per il cambiamento della temperatura (come un garage).

Infine è importante che le radici e il terriccio siano sempre umide, non vi consigliamo annaffiature abbondanti ma frequenti e con poca acqua per volta.

Per quanto riguarda gli addobbi, sappiate che possono leggermente variare a seconda di quanto è robusto il vostro albero, cercate di non sovraccaricare i rami che potrebbero cedere e spezzarsi.

Evitate anche di utilizzare particolari coloranti come la neve finta, sono spray che bloccano il normale processo di respirazione della pianta.

Infine se seguirete questi consigli, l’albero resisterà alle festività e potrà essere collocato in giardino.

Condividi




Amplia i tuoi orizzonti.

Per te stesso, per chi ti sta intorno, per la natura