';

Peperoncino malattie della pianta e consigli



Il Capsicum annuum meglio conosciuta come pianta di peperoncino, è un arbusto perenne estremamente semplice da coltivare, in grado di dare grandi soddisfazioni anche ai più inesperti, in questo articolo parleremo delle malattie della pianta di peperoncino e consigli da attuare per coltivarla al meglio.

È una pianta che una volta seminata e irrigata a dovere cresce da se, ma che per ottenere una produzione maggiore, ha bisogno un po’ di “coccole”.

Le piante di peperoncini danno il meglio di se in una postazione molto luminosa con sole diretto. L’ideale inoltre è fornire loro un terreno sabbioso e argilloso che drena bene e contiene molta materia organica.

A seconda delle dimensioni e della varietà coltivata, lo spazio tra una pianta e l’altra deve essere di 30-40cm. Di norma i peperoncini più dolci richiedono dai 60 ai 90 giorni per maturare; mentre peperoncini piccanti possono richiedere fino a 150 giorni.
Il periodo migliore per iniziare a seminare è tra marzo ed aprile.

Storia del peperoncino

I peperoncini erano ampiamente coltivati ​​in America centrale e meridionale, in Messico e nelle Indie occidentali molto prima della nascita di Cristo. Ma fu Colombo e altri primi esploratori che introdussero i peperoncini nel mercato europeo.
Nel 17 ° secolo, i peperoncini venivano coltivati ​​non solo in Europa, ma in gran parte dell’Asia e dell’Africa.
Stranamente, anche se i peperoncini sono originari dell’ America, non sono stati introdotti in Nord America

Coltivazione del peperoncino e consigli

Ecco alcuni suggerimenti chiave per la coltivazione da tenere a mente.

Acqua con moderazione.
I peperoncini sono piante che hanno bisogno di una scorta d’acqua moderata dal momento in cui germogliano fino alla fine della stagione. Tuttavia, i peperoncini non tollerano un terreno zuppo d’acqua. Il terreno deve essere ben drenante, lasciando fuoriuscire tutta l’acqua in eccesso. Per mantenere un corretto equilibrio usa una pacciamatura per prevenire l’eccessiva evaporazione dal suolo durante i mesi estivi.

Non usare troppo fertilizzante.
Un eccesso di concimazioni potrebbe causare malattie e squilibri nella pianta, in genere è sufficiente qualche concimazione nel periodo in cui spuntano i primi boccioli, in modo da dare la spinta necessaria alla crescita dei frutti.

Suggerimenti per la crescita del peperoncino

Per migliorare la produzione complessiva di peperoncini, prendere in considerazione l’utilizzo delle seguenti tecniche.

Consociazione
Se pratichi questa tecnica, prova a piantare peperoncini vicino a pomodori, prezzemolo, basilico e carote. Non piantare i peperoncini vicino al finocchio o a cavolo e rapa.

Telo di plastica
Per iniziare quanto prima a coltivare i peperoncini, specialmente al nord, coprire la pianta con un telo di plastica per un periodo iniziale. Questo riscalda il terreno e fornisce una condizione di crescita migliore. Il telo aiuterà anche il terreno a trattenere l’umidità durante la stagione man mano che le piante crescono.

Sostegno.
I peperoncini vengono facilmente danneggiati quando carichi di frutta. Usa dei supporti per sostenere meglio la pianta.

Malattie delle foglie e della pianta del peperoncino

La pianta di peperoncino trasmette i propri sintomi soprattutto attraverso le foglie.
Saper riconoscere le malattie o carenze, è un passo fondamentale se si vuole ottenere un buon raccolto.

La presenza di foglie sbiadite, accartocciate, bruciate scolorite o di piccole dimensioni, sono segnali da non prendere alla leggera.

Peperoncino foglie Malformate

Le possibili cause sono in genere due: un eccessivo uso di fertilizzanti, oppure un’infestazione di tripidi o afidi.

Evitare quindi concimazioni selvagge soprattutto se le foglie assumono un colore verde molto scuro, in caso di infestazioni da parassiti, è consigliabile l’uso di piretro naturale adottato anche in agricoltura biologica.

Peperoncino foglie raggrinzite

Un altro problema sono i batteri che sono la causa delle foglie raggrinzite che avvizziscono. Lo Pseudomonas solanacearum provoca l’avvizzimento batterico. Sulle foglie determina ingiallimenti, necrosi localizzate sui margini. Sul fusto favorisce l’emissione di radici avventizie. I batteri attaccano le piante soprattutto nella fase giovanile. Utilizzare trattamenti agli organi aerei. Utilizzare prodotti a base di rame.



Peperoncino foglie gialle

Le cause di un ingiallimento delle foglie di peperoncino sono in genere una carenza di azoto e di ferro.
Un buon fertilizzante per piante verdi potrebbe risolvere il problema.
Tuttavia un ingiallimento della nuova crescita potrebbe essere causato da un eccesso di acqua oppure da una scarsa quantità di luce.

Peperoncino Foglie accartocciate

Le foglie accartocciate sono in genere dovute da un problema legato al terreno. In genere un terriccio troppo secco e compatto oppure una temperatura alta causano l’accartocciamento delle foglie.




Grazie per aver letto questo articolo!

Ci piacerebbe informarti ed aiutarti di più sulla cura delle tue piante!

Seguici sulla nostra pagina Facebook per restare aggiornato e saperne di più sul mondo delle piante.