';

Regole base per Potare le piante


regole-base-per-potare

C’è chi ha sempre le cesoie in mano e chi non osa tagliare neppure il più piccolo rametto. Mai come nel caso della potatura occorrono moderazione e buon senso.

Perché bisogna potare?

La potatura è un’operazione che deve essere necessariamente compiuta per permettere alla nostra pianta di crescere rigogliosa e forte.

Gli scopi della potatura sono:

  • far circolare aria e luce all’interno della pianta, favorendone uno sviluppo armonico.
  • conservare o stimolare la produzione di fiori o frutti.
  • intervenire sulla forma e sul portamento della pianta.

La potatura incide notevolmente sulla crescita della pianta stessa, poiché le gemme apicali dei fusti e dei rami sono spesso dominanti, inibiscono per mezzo di sostanze chimiche le gemme sottostanti.
Quando si taglia un ramo si interrompe questa azione di controllo bloccando il flusso di linfa, che viene così dirottata alle gemme sottostanti.

Gli attrezzi giusti per la potatura

  • dei guanti pesanti gommati da potatura
  • un attrezzo specifico per tagliare i rami della nostra pianta, che dovrà variare in base allo spessore dei suoi rami. Forbici per rami sottili, svettatoio o sega per rami più spessi.

Quando bisogna potare?

La fase della potatura coincide con la fase di “riposo” della pianta, dunque dalla caduta delle prime foglie fino alla comparsa dei primi germogli; parliamo dei mesi autunnali e invernali.

Entrando più nello specifico, quali sono i giorni in cui è più conveniente potare le nostre piante?
Basterà conoscere le condizioni della luna, poiché questa svolge una funzione importantissima permettendo alle nostre piante di crescere rigogliose e forti.

È infatti fondamentale potare in condizioni di luna calante. Per conoscere la condizione lunare basterà consultare un calendario o effettuare delle veloci ricerche sul web.

Come tagliare

È fondamentale sapere a che punto del ramo dovremo effettuare il taglio, la regola generale prevede che bisogna lasciare almeno una gemma sul ramo. La potatura va effettuata pochi millimetri sopra la gemma. Il taglio deve essere obliquo rispetto all’asse del ramo e parallelo alla gemma per favorire lo scorrimento dell’acqua. Nel caso di piante con gemme opposte un taglio deve essere orizzontale appena sopra la gemma.

Come potare le piante

Per quanto riguarda i rami più vecchi dovranno essere accorciati di più, di meno quelli giovani.

Se i rami della vostra pianta sono grossi, ricoprite il punto del taglio con del mastice, per evitare qualsiasi danno (parassiti, danni da gelo, infezioni).


Si può attuare una potatura estiva?

Certamente! La potatura può essere effettuata anche nei mesi più caldi, quindi in quel periodo che va dallo sbocciare dei primi germogli fino alla caduta delle foglie, per eliminare la vegetazione superflua delle piante particolamente rigogliose così da rivitalizzarle ed alleggerirle.

La cimatura che consiste nell’eliminazione dei germogli apicali allo scopo di sviluppare getti laterali, per incrementare la stabilità della pianta e la produzione di fiori. Si tratta semplicemente di pizzicare il germoglio a mani nude , o con delle forbici da potatura asportandolo. Si fa uso di questo metodo maggiormente quando la pianta cresce solo in altezza.




Grazie per aver letto questo articolo!

Ci piacerebbe informarti ed aiutarti di più sulla cura delle tue piante!

Seguici sulla nostra pagina Facebook per restare aggiornato e saperne di più sul mondo delle piante.