';

Tulipano tecniche di coltivazione e messa a dimora


Tulipano tecniche di coltivazione e messa a dimora

Oggi parliamo dei tulipani, sono dei fiori ornamentali famosi per la loro bellezza. Ci sono molte varietà, tra cui molti ibridi migliorati (cultivar). La maggior parte dei tulipani prosperano negli inverni più freddi a causa del lungo fabbisogno di raffreddamento dei bulbi.

I tulipani possono essere coltivati ​​in vasi, contenitori, letti pronti, bordi, bacini possono essere coltivati ​​anche in serra. La pianta del tulipano appartiene alla famiglia delle “Liliaceae” e al genere “Tulipa L.”.

Esistono 17 specie diverse di piante del genere Tulipa e infinite varietà ibridate tra loro. Fin dai tempi si lavora per creare varietà sempre più appariscenti, con forme, dimensioni, colori e screziature diverse tra loro.
Qui mostriamo alcuni delle più conosciute e suggestive.

In ordine: var. Tulip Candela, var. Donald Duck ,var. Violet Beauty, var. Bolroyal Dream

Tulipano messa a dimora

È un operazione che va fatta in autunno ma anche all’inizio dell’inverno per permettere ai tulipani di sviluppare l’apparato radicale prima delle gelate.

La prima operazione da fare è quella di preparare il letto di semina dove poi andremo a disporre i nostri tulipani. Sul letto di semina va distribuita della sostanza organica va benissimo del terriccio universale ma può andar bene anche del compost che va successivamente vangato con una lavorazione non troppo profonda.

Una cosa importante è guardare i tulipani, vedere se sono turgidi, se non presentano delle macchie brunastre sul bulbo e in corrispondenza dell’apparato radicale, perché questo comprometterebbe la buona riuscita del vostro impianto.

Ora è venuto il momento di piantare i nostri bulbi dovete tenere presente che i bulbi vanno piantati a una profondità che è il doppio della loro altezza dunque se il bulbo e altro 5 cm dovrà essere ricoperto da uno strato di terra di almeno 10 centimetri la distanza tra uno all’altro deve essere uguale al diametro di ogni bulbo

Vanno messi a dimora in gruppi per avere un ottimo risultato, è possibile mettere a dimora i bulbi utilizzando particolari attrezzi che servono per creare un buco nel terreno dove andremo poi a mettere a dimora i bulbi alla profondità desiderata che deve essere sempre il doppio dell’altezza del bulbo.

Quindi copriamo è il lavoro è finito, i roditori ed altri piccoli animali, possono rappresentare una minaccia per i nostri tulipani in quanto tendono a mangiare i bulbi e una possibile difesa è quella di creare delle barriere intorno ai nostri bulbi utilizzando altri bulbi come per esempio i narcisi che risultano velenosissimi per i roditori e tendono a difendere i nostri tulipani una volta messi a dimora.

Possiamo quindi coprirli con il terreno che abbiamo tolto dalla buca e dunque compattare il terreno, finita l’operazione di messa a dimora non ci resta che annaffiare abbondantemente la superficie e attendere la prossima primavera.

Questa operazione necessaria per stimolare lo sviluppo dell’apparato radicale prima dell’inverno con l’arrivo della bella stagione i nostri tulipani inizieranno a spuntare, dobbiamo garantire loro un buon apporto idrico perciò la terra deve essere sempre umida.

Sarà necessario inoltre in primavera, aumentare la frequenza delle bagnature e somministrare un concime dedicato e specifico per le bulbose con una soluzione arricchita di fosforo azoto e potassio che garantirà ai nostri fiori una più prolungata fioritura.


Quando i tulipani non fioriscono

Ci sono una moltitudine di ragioni per cui i tuoi tulipani non fioriscono:

Mancanza di nutrienti: i tulipani hanno bisogno di fosforo per formare boccioli di fiori. Considera di concimare i tuoi bulbi di tulipano ogni anno con un fertilizzante ricco di fosforo per fornire una spinta necessaria.

Condizioni di crescita inadeguate: i tulipani sono stati piantati in un luogo che riceve pieno sole? Il suolo è ben drenante? I tulipani erano piantati alla giusta profondità? I tulipani dovrebbero essere piantati due volte più in profondità di quanto siano alti.

Energia deprivata: Resisti all’impulso di tagliare le foglie dopo che i fiori dei tulipani sono appassiti. Tagliare prematuramente il fogliame impedisce alle foglie di immagazzinare abbastanza energia per formare il bulbo del fiore. Lascia che il fogliame muoia di nuovo in modo naturale e taglia i fiori del tulipano usati in modo che l’energia non venga deviata verso gli sforzi di produzione del seme di un tulipano.

Bulbi cattivi: a volte i bulbi che acquistiamo non sono sani. Ispeziona i tuoi bulbi prima di acquistare e piantare. I bulbi che hai acquisito erano sani e turgidi? Si consiglia quando si acquista un carico di bulbi per aprirne uno aperto e dare un’occhiata per vedere se il bocciolo del fiore al centro è marrone e secco.

Quando bisogna dividere i tulipani?

I tulipani dovrebbero essere dissotterrati e divisi solo dopo che il loro fogliame è completamente morto, in genere in un periodo che va da metà estate a metà autunno.

Vedi il video del, Keukenhof: il parco dei tulipani olandesi




Grazie per aver letto questo articolo!

Ci piacerebbe informarti ed aiutarti di più sulla cura delle tue piante!

Seguici sulla nostra pagina Facebook per restare aggiornato e saperne di più sul mondo delle piante.