Limone in vaso sofferente e sta seccando? Scopri i rimedi


limone in vaso sofferente rimedi

Capita spesso soprattutto tra gli inesperti di trovarsi una pianta di limone in vaso sofferente, che perde foglie e che piano piano comincia a seccare completamente.

Coltivare un limone in vaso non è difficile ma richiede alcuni accorgimenti che se trascurati porteranno il vostro limone in vaso a seccare quasi sicuramente.

I limoni sono tra le piante più rustiche che possiamo coltivare, il limone è una pianta molto particolare, a differenza di tutti gli altri alberi da frutto essa può produrre frutti durante tutti i 12 mesi dell’anno e in contemporanea possiamo trovare sulla stessa pianta sia i fiori che frutticini che frutti maturi.

Quando si presenta una caduta anomala delle foglie, fiori e frutti, bisogna capire le cause scatenanti. Tratteremo qui i problemi più ricorrenti, ovviamente ogni caso va valutato per poter effettuare il trattamento idoneo.

Limone sofferente scarsa concimazione

Uno dei fattori principali che porta il limone in vaso a seccare è l’assenza o la scarsa concimazione.
Il limone coltivato in vaso ha esigenze nutritive che devono essere soddisfatte, innaffiare soltanto non basta, la pianta non concimata risulterà debole, con conseguente perdita di foglie e frutti.

Per ottenere una pianta in salute quindi è necessaria l’integrazione di concimi, che dovrà essere eseguita mensilmente con:

  • Un concime granulare micro incapsulato, o un concime liquido per agrumi, che apporterà le sostante nutritive fondamentali come azoto, fosforo e potassio.
  • Lupini macinati, che dovrete distribuire sulla superficie, interrarli leggermente mescolando il terreno superficiale.
  • Somministrazione di ferro chelato che serve per mantenere un livello di concentrazione di ferro nel terriccio sempre costante. Esso è essenziale per la fotosintesi, la mancanza di ferro causerà l’ingiallimento con la conseguente perdita delle foglie e la morte della pianta.

Somministrare quindi sia sulle foglie che nel suolo ferro chelato preventivamente o ai primi sintomi di ingiallimento. Inoltre assicurarsi di aver utilizzato il terriccio giusto, nel caso specifico del limone richiede un terriccio per agrumi in quanto ha delle caratteristiche particolari in termini di Ph, il Ph deve essere compreso tra 6 e 6 e mezzo. Per ulteriori approfondimenti sulla concimazione leggere: Come concimare le piante in maniera efficace.


Luce insufficiente

Il limone ama i luoghi luminosi, soleggiati e riparati dal vento. Una cattiva esposizione genera stress alla pianta, spostare quindi la pianta in un luogo luminoso.

Consigliamo l’uso di un vaso in terracotta perché rispetto alla plastica consente un miglior mantenimento dell’apparato radicale, dovendo rimanere in pieno sole questo materiale comporta un minor surriscaldamento del terriccio e quindi una minore perdita d’ acqua. Come sempre è importante assicurarsi che il vaso sia forato questo perché come tutte le piante soprattutto il limone soffre per ristagni idrici.

Malattie del limone

Altre cause che portano alla morte del vostro limone sono funghi e insetti patogeni.
Operazioni di potatura riducono il proliferare dei principali funghi e insetti patogeni, per questo genere di piante si sviluppano con maggior facilità in un ambiente umido e riparato dal sole.

Quindi effettuare potature lasciando la parte interna della chioma libera e areata, questo vuol dire andare a eliminare tutti quei rami che crescono verso l’interno della chioma.

I principali patogeni invece che attaccano le piante di limone sono la minatrice serpentina, acari afidi, cocciniglia e il mal secco.

Tra le più fastidiose è la minatrice serpentina è un micro lepidottero che scava delle gallerie tra le due pagine fogliari, si presenta prevalentemente in primavera all’inizio dell’estate e alla fine dell’autunno questo insetto provoca una sclerotizzazione dell’intera lamina fogliare e quindi una conseguente caduta.

Nel caso in cui l’infestazione fosse estremamente limitata un rimedio meccanico è quello di rimuovere solamente le foglie infette e di bruciarle. Per ulteriori informazioni sulla minatrice serpentina leggere questo approfondimento: Minatrice serpentina degli agrumi descrizione e cura.

Un altro insetto molto fastidioso che attacca le piante di limone soprattutto se mantenuto in un ambiente molto umido e con poca illuminazione è la cocciniglia, questa potrete rimuoverla o manualmente con un panno strofinando foglia per foglia solo quando l’infestazioni è limitata nel caso in cui invece l’infestazione fosse più invasiva e pesante potreste utilizzare degli oli minerali da distribuire e nebulizzare su tutta la superficie fogliare sia sulla pagina superiore che sulla pagina inferiore che sulle porzioni di fusto e tronco dove effettivamente ci sono le cocciniglie. Approfondimento
Cocciniglia rimedi


Altri due insetti che attaccano limone sono l’acaro rosso e gli afidi, si sviluppano e proliferano soprattutto durante le estati molto calde quando le temperature sono estremamente elevate.
Sono insetti molto fastidiosi perché andrà a sottrarre linfa alla vostra pianta e ad ingiallire le foglie. Sono insetti che non gradiscono l’acqua, quindi bagnare la pianta più spesso. Approfondimenti Rimedi contro gli afidi

Per evitare l’attacco da parte di insetti patogerni conviene di utilizzare questo tipo di rimedio: Sono praticamente delle trappole dove o gli insetti vengono attratti dal colore giallo e in questa pagina c’è una colla dove le farfalle si incollano, limitando così il problema.


Una volta che avete seguito tutti i nostri consigli non vi resterà altro che racccogliere i vostri limoni, mi raccomando tagliateli col picciolo. Buon giardinaggio!

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!




Amplia i tuoi orizzonti.

Per te stesso, per chi ti sta intorno, per la natura