';

Pianta di Corbezzolo – Coltivazione Benefici e Proprietà


Pianta di Corbezzolo

Il corbezzolo o anche detto Albatro è un albero da frutto selvatico, appartiene alla famiglia delle Ericaceae e al genere Arbutus. Le zone in cui è maggiormente diffuso sono quelle mediterranee occidentali, ma è molto diffuso anche sulle coste meridionali dell’Irlanda.

Questa pianta produce frutti che vengono chiamati “corbezzole” oppure “albatre”, sono frutti commestibili che possono essere consumati sia freschi che trattati per la lunga conservazione.

In quanto sempreverde, l’albero del corbezzolo può ospitare contemporaneamente fiori bianchi, frutti rossi e foglie verdi, è proprio grazie a questi suoi colori vivaci che viene utilizzato anche come pianta ornamentale.

Si diffonde in zone in cui il clima è caldo ma riesce anche a tollerare il freddo. Resiste a molti parassiti e i terreni in cui vegeta sono subacidi o rocciosi.

Proprietà benefiche Corbezzolo

Proprietà benefiche Il corbezzolo e i suoi frutti possiedono varie proprietà benefiche, che rendono questa pianta particolarmente utile in quanto:

  • I suoi frutti contengono un’alta percentuale di vitamina C e di sostanze antiossidanti;
  • Il suo legno può essere utilizzato per lavori di falegnameria;
  • Il tronco è ricco di sostanze che possono essere impiegate nella produzione di coloranti naturali;
  • Le foglie possiedono delle sostanze che, se ingerite, possono comportare una serie di benefici per la flora intestinale;

Con le foglie essiccate si possono preparare vari infusi per curare infiammazioni come quelle dell’apparato digerente. I frutti dell’arbusto vengono utilizzati soprattutto in sud Italia per preparare marmellate, conserve, liquori, canditi e molto altro;

Il corbezzolo non necessita di grandi cure in quanto è una pianta selvatica, tuttavia se coltivato con cura, può produrre molti frutti. Predilige un clima mite ma resiste al gelo riuscendo a resistere anche a temperature di circa -10/-15 gradi. È consigliabile esporre però la pianta al sole per permetterle di fruttificare con più facilità, ma riparata dai venti, così da facilitare l’impollinazione.

pianta di corbezzolo

Riproduzione Corbezzolo

La sua riproduzione come tutti gli alberi, può avvenire sia per margotta e propaggine che per seme e talea. Nel caso della riproduzione per seme: questa deve avvenire alla fine dell’inverno.

Per metterla a dimora ci sarà bisogno di un mix di terriccio, sabbia e torba. Nel caso della talea: la riproduzione si effettua durante l’autunno.

È necessario anche in questo caso un mix di terriccio, torba e sabbia.

Le piantine dovranno essere tenute all’interno dei vasi per un paio di anni, così da facilitarne la crescita e L’irrobustimento, e solo dopo potranno essere trasferite in terra.

In generale, il corbezzolo non può essere posizionato in prossimità di altri alberi in quanto può avere una vita molto lunga e occupa molto spazio. La distanza che si consiglia è di circa 4/5 metri.

Terreno ideale per Corbezzolo

Come abbiamo già accennato, il corbezzolo predilige terreni sub acidi, che si può ottenere aggiungendo sostanze come il letame maturo al terreno, così da renderlo ricco di nutrimento per le piantine.

Irrigazione

Se l’albero è stato piantato poco prima dell’estate, l’irrigazione sarà necessaria durante il primo anno di vita dell’arbusto. Si dovrà quindi innaffiare il terreno 1/2 volte a settimana, così da renderlo ben umido anche durante i periodi più caldi.
Passato il primo anno, non sarà più necessario irrigare il suolo.

Concimazione

Il corbezzolo necessita di essere concimato una volta all’anno, preferibilmente durante i mesi invernali, con dell’humus di lombrico o con altri tipi di composti naturali.
Per altre informazioni sulla concimazione leggi questo articolo Come concimare le piante in maniera efficace.

Potatura

La potatura è limitata in quanto il corbezzolo è una pianta selvatica e necessita di ben poche cure. Parliamo di potatura di mantenimento, dunque i tagli saranno necessari per mantenere la chioma ed eliminare le parti secche della pianta.
Per approfondimenti Regole base per Potare le piante

Parassiti

Nonostante il corbezzolo sia una pianta rustica e quindi molto resistente ai parassiti, ci sono comunque dei pericoli da considerare nel momento in cui si decide di coltivarne uno.

Il primo nemico del corbezzolo e presentato dagli afidi neri durante le stagioni calde; fortunatamente questo insetto si controlla con facilità e con l’utilizzo di elementi naturali, ossia aglio e ortica. Anche la cocciniglia può essere un problema per la pianta, ma per combatterla sarà necessario utilizzare macerato di felce, o, in caso di attacco, gli olii bianchi.
Approfondimenti Cocciniglia Rimedi, Rimedi contro gli afidi




Grazie per aver letto questo articolo!

Ci piacerebbe informarti ed aiutarti di più sulla cura delle tue piante!

Seguici sulla nostra pagina Facebook per restare aggiornato e saperne di più sul mondo delle piante.